Installazione sistemi di allarme casa, predisposizione antifurto, impianti e sistemi antifurto, costo allarme perimetrale esterno, impianto di videosorveglianza, installazione linea telefonica, videocitofonia IP

Udine, Verona, Treviso, Vicenza, Venezia, Trento, Padova

installazione allarme casa, allarme antifurti, antifurto per appartamenti, impianto allarme, predisposizione antifurto, antifurto, impianti antifurto, sistemi antifurto, costo allarme perimetrale esterno, sistemi di allarme, perimetrale senza fili, costo impianto allarme, impianto videosorveglianza, installare linea telefonica

 
Awesome

Tecnologia e antintrusione: quale sarà il futuro nel settore allarmi?

Tecnologia e antintrusione: quale sarà il futuro nel settore allarmi?

tecnologia nell'antintrusione
Tecnologia e antintrusione: quale sarà il futuro nel settore allarmi?

In un mondo fatto di tecnologia e in continua evoluzione ci si chiede spesso quale sarà il futuro dell’antintrusione.

Tra 10 o magari 20 vent’anni quali oggetti andranno a morire? Quali novità interesseranno il settore allarmi?

Quale tecnologia prenderà il sopravvento nei sistemi antintrusione?

 

 

 

Il futuro nel settore è stato segnato soprattutto dall’integrazione con gli assistenti vocali e dal connubio con la domotica, fino ad arrivare al sistema via radio e alla possibilità di controllare da remoto sensori e rilevatori antintrusione. 

Ma alcune componenti rimarranno imprescindibili ? O cadranno nell’oblio tra gli elementi obsoleti?

 

Quali saranno le sorti delle tastiere?

Con il progresso della tecnologia le tastiere perderanno sempre più valore anche nel settore antintrusione. Infatti già oggi viviamo un gap generazionale, giovani sempre più connessi, sempre più dipendenti e inevitabilmente schiavi della tecnologia, concentrati nei loro smartphone e Tablet.

Così inevitabilmente il futuro dell’antintrusione sarà caratterizzato dalle più alte tecnologie, dove le tastiere di comando  numeriche saranno meno efficienti, quindi relegate ad oggetti del passato.

Il touch screen è quello attualmente più in uso.

Tastiere dotate di un’interfaccia che si spiega da sola, con scritte grandi e icone semplici e chiare, con funzioni subito disponibili in caso di allarme.

La gestione grafica è accattivante e attuale, sempre più simile ai nostri smartphone, consente addirittura di scegliere il tema preferito.

Alcune dispongono di un sensore per la lettura di temperatura dell’ambiente. Interessanti le funzioni vocali. Sono in grado di far interloquire le persone in stanze diverse e lontane con l’applicazione interfono.

Le tastiere touch screen posseggono un lettore di prossimità per le chiavi di apertura. L’autenticazione avviene tramite tag o card di lettura senza la digitazione di un codice numerico.

Altre ancora hanno in dotazione lo slot per una sd-card in cui poter memorizzare immagini o foto e farle scorrere eventualmente sul monitor nella modalità photo frame.

Come intuibile le tastiere spariranno probabilmente presto dal mercato lasciando spazio ad app sempre più futuristiche, belle e funzionali. 

 

tastiere antintrusione

 

 

Il deterrente per eccellenza: la sirena acustica

La sirena acustica è considerata dalla maggior parte dei professionisti del settore un elemento imprescindibile di un efficiente sistema antintrusione. 

E’ infatti il deterrente per eccellenza, proprio perché la sola presenza è un chiaro segnale che quella data abitazione o attività è protetta da un sistema antintrusione, facendo desistere i potenziali ladri. Ma non solo.

Infatti grazie all’emissione del suono mette in allarme non solo le vittime e il vicinato, ma anche gli stessi ladri che si vedono costretti a darsi alla fuga.

Mentre in Italia è un must in altri paesi va via via scomparendo. In alcuni è addirittura vietata.

La sua applicazione è prevista per le sole attività ad alto potenziale di rischio.

Quale sarà il futuro del settore allarmi senza sirena? 

Probabilmente ci si concentrerà maggiormente sul”uso di sensori con videoverifica, in grado di inviare immagini in tempo reale di ciò che sta accadendo in un dato momento.

Si avranno così delle notifiche push con foto del reato direttamente sul cellulare del proprietario o della vigilanza cui è collegato il sistema.

 

Cos’è la videoverifica e la sua applicabilità 

Powersic, come si spera ogni altro buon professionista del settore, è solita accompagnare il cliente sulla scelta di un ottimo ed efficace sistema antintrusione.

Un sistema d’allarme efficiente deve mettere in fuga il malvivente ancor prima che questo possa entrare nella nostra proprietà, farlo desistere, evitando danni a cose e persone.

E’ per questo che raccomandiamo una scelta ponderata sul tipo di protezioni da installare, investire dei soldi oggi per risparmiare domani.

Nelle nostre soluzioni cerchiamo sempre di abbinare un sistema d’allarme ad un sistema di videosorveglianza, così da avere non solo eventuali notifiche, sms o chiamate per un allarme in corso, ma anche e soprattutto la possibilità di verificare con i nostri occhi quanto sta accadendo.

Spesso e volentieri infatti ci si affida ai combinatori telefonici che ci avvisano immediatamente in caso di effrazioni. 

Anche se talvolta si ha il dubbio di un falso positivo, ossia che l’allarme sia stato provocato da un animale o che il vento abbia fatto cadere qualcosa nelle vicinanze dei sensori.

E’ qui che entra in gioco la videosorveglianza, che ci permette di verificare nell’immediato le immagini estrapolate del momento X.

Videosensori

Il futuro nel settore antintrusione è sempre più direzionato sul connubio tra l’allarme e l’uso delle immagini.

Infatti si parla di videoverifica, laddove i tradizionali sensori vengono affiancati da strumenti video che forniscono informazioni più utili e puntali su ciò che sta succedendo in quel dato momento.

Oggi esistono sul mercato dei sensori o rilevatori di movimento dotati di una piccola telecamera interna, che si attiva quando viene rilevata un’intrusione. Il proprietario riceve così nell’immediato le immagini di ciò che ha catturato il sensore, con la possibilità di verificare se trattasi di un ladro o del nostro animale domestico ad esempio.

Inoltre i rilevatori con videoverifica possono operare in condizioni di totale oscurità, uno strumento fondamentale per la verifica visiva degli allarmi anche in notturna.

 

Quale sarà il futuro del settore antintrusione?

Abbiamo visto che vanno man mano scemando sirene acustiche e tastiere di comando a favore di sistemi sempre più all’avanguardia.

L’impianto d’allarme molto probabilmente sarà sempre più connesso grazie alla comunicazione via radio.

Pensiamo anche alle case in ristrutturazione o alle nuove costruzioni, è sempre più diffusa la mancanza della predisposizione per eventuali sistemi antintrusione via filo.

Anche questo va a vantaggio dei sistemi via radio, oramai divenuti meno dispendiosi e alla portata di tutti, pur mantenendo alti gli standard di efficienza e sicurezza.

Il futuro del settore antintrusione sarà probabilmente caratterizzato da maggiore comunicazione degli eventi con l’esterno, da meno dispositivi di comando fisici e maggiore leva sulle applicazioni funzionali. Le centrali non avranno collegamenti via cavo ma comunicheranno con le varie periferiche solo via radio.

 

 

Powersic srl

A tal proposito abbiamo adottato un efficiente sistema antintrusione con l’utilizzo di periferiche e barriere perimetrali, che vanno a creare una sorta di  muro invisibile, il cui attraversamento allerterebbe immediatamente il sistema facendo scattare così l’allarme.

Queste sono solo alcune soluzioni.

Ma per una specifica consulenza tecnica, gratuita e senza impegno

 Clicca qui 

 

Scegli bene il tuo sistema antintrusione, un antifurto di qualità protegge i beni e le persone anche in tua presenza permettendoti di dormire sonni tranquilli.